CHIESA DI S. RAFFAELE
EPSON DSC pictureSecondo quando si narra, il sacerdote don Lorenzo Giovine fu chiamato al capezzale di un moribondo, Andò nella notte alla luce di una fiaccola.  
Durante il ritorno, in un certo momento la fiaccola si spense, quando gli apparve un giovane circonfuso di chiarore, che con grande premura lo accompagnò a destinazione.
Arrivato, il sacerdote, nell’intento di ringraziare il giovane, si volto ma questi era scomparso misteriosamente.
Lo stesso giovane gli apparse in sogno il quale si manifesto come l’arcangelo Raffaele.
Don Lorenzo, con l’aiuto dei fedeli, fece costruire una chiesetta in onore di S. Raffaele nel punto dove quella notte gli era apparso l’arcangelo, correva l’anno 1819.
Su quel tempietto ebbe diritto di patronato la famiglia D’Arienzo. V.